10 imperdibili libri di sport e di montagna



Correre è bello, ma anche la mente vuole la sua parte così, per non farmi mancare nulla, ho spesso fatto correre anche lei. E siccome non c'è modo migliore per farlo di leggere un bel libro, ho accumulato nel tempo saggi, racconti, romanzi e biografie di sport, corsa, montagna ed avventura. Che vi piaccia correre, camminare o guardare le olimpiadi dal divano, questa è la top 10 che ho creato per voi.

  1. Lo sport del doping - Alessandro Donati
    Magari non è il modo migliore per iniziare questa lista, ma questo è IL libro che secondo me ogni appassionato di sport dovrebbe leggere. E' l'altra faccia delle medaglie, ciò che nessun albo d'oro vi racconterà mai, Il racconto di un uomo che ha passato la vita a combattere una battaglia più grande di lui. E nonostante il “peso” dei contenuti è un libro certamente piacevole da leggere.

  1. Le otto montagne – Paolo Cognetti
    Non è certamente un libro di sport, forse non c'entra nulla con gli altri libri qui presenti. Ma questo romanzo trasmette una passione viscerale, antica e ruvida per la montagna, lontana dalla visione a volte edulcorata di atleti ed alpinisti. E' un libro per la gente di città, per chiunque porti sempre nel cuore un paese, un monte, un sasso: un luogo sicuro dove nascondersi dalla routine e dai problemi.

  1. Eat and Run – Scott Jurek
    Di tutte le autobiografie che ho letto, non ho avuto dubbi su quale inserire qui. Infatti avevo già accennato tempo fa quanto mi avesse lasciato questo libro. Anche tralasciando la parte sul veganesimo (mai pesante, comunque) rimane la storia straordinaria di una leggenda delle ultramaratone, un bellissimo libro che conquisterà chi corre con i piedi e chi solo con la mente.

  1. Born to Run – Cristopher McDougall
    Ironico e coinvolgente, questo libro vi porta sulle tracce dei Tarahumara, una popolazione di runner naturali ed infaticabili, inframezzando il racconto con riflessioni antropologiche sulla corsa e sulla dieta. E' un libro da amare ed odiare, che promette la rivoluzione della corsa andando alle radici della storia dell'uomo-corridore. Comunque la si arrivi a pensare, vale la pena leggerlo, anche solo per il titolo.

  1. I miei ricordi – Walter Bonatti
    Lasciamo la corsa per rendere omaggio ad una leggenda dell'alpinismo. Impossibile non farsi emozionare dai racconti in prima persona dell'ascesa invernale in solitaria al Cervino e dalle controverse vicende del K2. Tempo che arriviate ai racconti delle sue spedizioni in Sudamerica, la vostra mente starà già sognando qualche grande avventura.

  1. Resisto dunque sono – Pietro Trabucchi
    Lo ammetto, amo quasi più il titolo del libro in sé. In un mix perfetto di racconti sportivi e psicologia, i libri di Trabucchi sono l'antitesi delle biografie dei grandi “talenti” sportivi. Raccontano e spiegano la resilienza nello sport e nella vita di tutti i giorni, senza fornirti hashtag o frasi facili sul “volere è potere” ma facendoti solo venir voglia di alzarti dal divano e spaccarti di fatica.

  1. Una passeggiata nei boschi - Bill Bryson
    Bravissimo scrittore con un humor molto british, con questa improvvisata avventura alla conquista dell'Appalachian Trail Bryson vi farà venire voglia di preparare lo zaino e lanciarvi in una grande avventura. E' stata la culla dei miei sogni folli e dell'avventura lungo l'Alta Via dei Monti Liguri, e saprà conquistare anche voi.
    (P.S. Ne esiste anche una versione cinematografica carina con Robert Redford)

  1. Never wipe your ass with a squirrel (Jason Robillard)
    Ho voluto inserire un libro specificatamente sulle ultramaratone, perché penso siano il sogno non-più-proibito di tanti corridori ed esercitino un grande fascino anche su chi corridore non è. Sebbene non sia il libro migliore sull'allenamento* con il suo stile ironico e non-convenzionale l'autore lascia da parte tabelle ed esercizi per addentrarsi in tutte quelle cose che nessun altro vi dirà mai, un concentrato unico di esperienza ed un invito a sperimentare.

  1. L'arte di correre – Haruki Murakami
    Prolifico autore di numerosi best-seller e navigato maratoneta, in questo libro Murakami si racconta attraverso la corsa, ed il risultato è un libro che scorre veloce, senza magari farvi venire la voglia bruciante di mettervi le scarpe ed uscire, ma portandovi dentro la testa di un corridore per passione, alla ricerca di quello stato di “vuoto” in cui correndo i pensieri si insinuano naturalmente nel nostro cervello.

  1. Magical Mistery Tor – Giorgio Macchiavello
    Ed infine eccolo, il libro sul Tor des Geants che ovviamente non potevo risparmiarvi. Penso di aver letto, anzi divorato, tutti i libri (italiani) in commercio sul Tor. Non è stato facile sceglierne uno, ma credo che questo racconto più di tutti riesca a raccontare la pazzia, la magia e le emozioni che si celano in questa grandissima avventura. Divertente, leggero ed avvincente: semplicemente imperdibile.


Pur sperando che abbiate apprezzato questa lista, so bene che era tutt'altro che esaustiva e gli esclusi eccellenti sono stati numerosi, e specialmente nello scegliere una sola autobiografia so di aver fatto un torto a molti (tra cui altre due leggende come Marco Olmo e il re Kilian Jornet). Vi invito quindi a lasciarmi un commento ed un consiglio su altri libri che vi hanno appassionato.


* sull'allenamento per le ultramaratone (e non solo) consiglio su tutti "training essentials for ultramarathons" di Jason Koop

Commenti

  1. Molto ,molto interessante soprattutto per papa'......

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Hello, an amazing Information dude. Thanks for sharing this nice information with us. Avventura e sport

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Contro la corsa a digiuno

Tutte le strade portano a Courma

Mozzarella di bufale: il Glutammato